domenica 26 gennaio 2014

LIDIA CIRILLO..UNA DONNA, UN SIMBOLO...



Questa è la storia di una ragazza torrese, Lidia Cirillo, sedotta e abbandonata da un ufficiale inglese nel 1945.
Con grande freddezza una mattina di ottobre del 1945, si presento' a Roma all'ufficio di collocamento dove lavorava l'ufficiale e dopo un breve conciliabolo prese la rivoltella e lo uccise.
La giovane attendeva un bambino dall'inglese quando venne a sapere che questi era sposato in patria con tre figli.
La vicenda fece molto scalpore e venne seguita al processo con grande partecipazione popolare.
La pena che venne inflitta fu esigua, solo quattro anni, in quanto gli venne riconosciuta la seminfermità mentale .
 La storia di Lidia ebbe un grande eco anche oltre i confini italici e la successiva notorietà della donna gli permise  di strappare un contratto per la realizzazione di un film con la storia del suo dramma.


Uscito nel 1952 per la regia di Vittorio Cottafavi con il titolo "Una donna ha ucciso" , il melodramma ebbe un grande successo di pubblico, commosse tutti il racconto della triste storia dell'italiana sedotta e abbandonata, seguita in televisione anche dalla Settimana Incom in occasione del processo del 10 aprile 1946 , come si vede da questo eccellente servizio.




Negli articoli inseriti, la sua storia oltre alle locandine del film.















locandina del film sulla sua tragica storia

martedì 7 gennaio 2014

IL PRIMO PREMIO 2014 AL TORRESE FRANCESCO DE ANGELIS,STELLA DELLA SCALA DI MILANO!!!

                                           LUNEDI 6 GENNAIO 2014 .


Organizzato dal Comune di Torre Annunziata, in collaborazione con l’Accademia Musicale “Le Camenae” di Pompei, si è svolto alla Chiesa dello Spirito Santo (Carmine) il “Gran Concerto dell'Epifania”.
La magnifica Chiesa, uno dei simboli ultrasecolari della nostra Torre, era stipata all'inverosimile da centinaia di persone raccolte in un magico assemblamento di fede e musica,  speranza e augurio di un domani migliore per la nostra terra.
Ottima l'organizzazione che ha permesso il regolare svolgersi dell'evento senza intoppi, considerando la prestigiosa presenza della  Orchestra Sinfonica di Sofia diretta dal maestro Leonardo Quadrini.
Particolarmente emozionante e applauditissima è stata l'esibizione  del violinista  Francesco De Angelis, primo violino solista e di Spalla del Teatro alla Scala di Milano.
Alla presenza delle Autorità cittadine con il testa il Sindaco Starita, al giovane e valoroso musicista torrese è stato assegnato il Premio “Pavo Oplontinus" riconoscimento riservato a personalità oplontine.
Per Francesco De Angelis è stata una gioia immensa, la consegna del premio prestigioso e il debutto a Torre Annunziata (suonava per la prima volta nella sua cittè natale), lo hanno commosso ed emozionato quasi fino alle lacrime.
La carriera del giovane torrese è assolutamente incredibile, ha già girato il mondo suonando con i piu' grandi maestri, da Riccardo Muti agli altri grandi.
Numerosissimi i premi internazionali che ha conseguito, chi vuole puo farsi un'idea guardando il suo profilo su Wikipedia     
http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_De_Angelis_%28violinista%29

Unico neo in questa pagina è il luogo di nascita indicato erroneamente in Castellammare di Stabia anzichè la nostra Torre Annunziata, essendo Francesco nato e cresciuto nel famosissimo "palazz de' catene" in via Vittorio Veneto, prima del grande salto verso la gloria e il successo internazionale.

 
Cliccando nel video sotto potete ascoltare Francesco esibirsi poco tempo fa in una puntata de" L'infedele" di Gad Lerner, scelto personalmente dal conduttore di La7.  

-RINGRAZIO PER LA PREZIOSA COLLABORAZIONE L'AMICO FELICE MONSURRO'.-

 (

sabato 4 gennaio 2014

DUE GRANDI TORRESI FESTEGGIATI AL COMUNE DI....MILANO!!!

CURIOSA QUESTA NOTIZIA TROVATA NEL PORTALE "ADNKRONOS NEWS", MENTRE IN RETE ERO ALLA RICERCA DI RISULTATI SULLA STORIA DI MICHELE PRISCO, SICURAMENTE LO SCRITTORE TORRESE PIU' CONOSCIUTO AL MONDO.
SECONDO TUTTI I SITI INTERNET, ANCHE SU WIKIPEDIA, LA SUA NASCITA RISALE AL 18 GENNAIO 1920 MA, COME ASSERITO IN  "ADNKRONOS NEWS", LA SUA DATA ESATTA RISALE AL 4 GENNAIO 1920 IN QUANTO IL PADRE DIMENTICO' PER DUE SETTIMANE DI DICHIARARLO ALL'ANAGRAFE, CREANDO QUESTO CURIOSO EQUIVOCO.
MICHELE PUNTUALMENTE FESTEGGIAVA IL 4 GENNAIO  CON I FAMILIARI E GLI AMICI E IL GIORNO 18 GENNAIO CON IL MONDO LETTERARIO.
MICHELE PRISCO MORI' IL 19 NOVEMBRE 2003.
sotto l'articolo ci sono 2 video , il primo è una breve visione sulla sua immagine , il secondo VIDEO  TRATTO DA UN CONVEGNO SULLA FIGURA DEI CUGINI TORRESI MICHELE E PEPPINO PRISCO , CHE SI SVOLSE AL COMUNE DI MILANO...