sabato 28 gennaio 2012

CANTANTE NAPOLETANA ARRESTATA DOPO UNA TRUFFA A TORRE ANNUNZIATA!!!

                                                         AGOSTO 1909                                              
 
QUESTO ARTICOLO DI CRONACA HA SOLO PER SFONDO LA CITTA' DI TORRE ANNUNZIATA IN QUANTO TRUFFE SIMILI SI ERANO SVOLTE IN ALTRI LUOGHI  ITALIANI AD OPERA PROBABILMENTE  DELLO STESSO  GRUPPETTO COMPOSTO DA UNA ELEGANTE CANZONETTISTA NAPOLETANA IDENTIFICATA IN MAGLIULO DI ALGERIA , 34 ANNI , NAPOLETANA  E DA DUE SUOI DISTINTI ACCOMPAGNATORI, ANCH'ESSI NAPOLETANI.
LA TRUFFA, A TORRE, VENNE COMPIUTA ALL' AGENZIA DI PEGNI DI PROPRIETA' DEL SIGNOR ANTONIO SERVILLO , SITA IN VIA TAGLIAPIETRA.
IN PRATICA, IL GRUPPETTO DI TRUFFATORI SI PRESENTAVA IN AGENZIA CON L'INTENZIONE DI PIGNORARE OGGETTI, SOLO IN APPARENZA MOLTO COSTOSI PER L'EPOCA  , RIUSCENDO A FARSI DARE PIU' SOLDI DI QUANTO EFFETTIVAMENTE VALESSERO I PREZIOSI, ORNATI DI DIVERSE PIETRE CHE,  NEL CASO DELL'AGENZIA TORRESE , VENNERO VALUTATI E STIMATI DAL SIGNOR MARESCA, EVIDENTEMENTE NON ANCORA ESPERTO DI VALUTAZIONI SU SIMILI PREZIOSI.
DOPO CHE LA PRIMA OPERAZIONE RIUSCI PERFETTAMENTE , IL GRUPPETTO RITORNO' ALL'AGENZIA TORRESE DOPO ALCUNI GIORNI PER RIPETERE LA COMMISSIONE MA FURONO FERMATI DAGLI AGENTI DELLA PUBBLICA SICUREZZA, AVVERTITI DAL TITOLARE CHE SI ERA INSOSPETTITO FACENDO STIMARE GLI OGGETTI DA UN PERITO NAPOLETANO PROFESSIONISTA E CHE SI ERA ACCORTO DELL'IMBROGLIO.
FURONO SEQUESTRATI OGGETTI DI VALORE PER CIRCA VENTIMILA LIRE CHE , SE  IMPEGNATI CON IL LORO SISTEMA TRUFFALDINO , AVREBBERO FRUTTATO ALMENO IL DOPPIO.


sabato 21 gennaio 2012

UCCISO PORTINAIO DOPO UN CLAMOROSO FURTO IN CASA!!!

                                                                2 GENNAIO 1895


RIPRENDIAMO LA NOSTRA RUBRICA DOPO UN INTENSO PERIODO LAVORATIVO CHE ASSOTTIGLIA SEMPRE DI PIU' IL TEMPO DA DEDICARE AL NOSTRO HOBBY.
L'ARTICOLO CHE ABBIAMO SCELTO RIGUARDA UN FURTO COMMESSO NELLA PROPRIETA' DEI CONIUGI DATI, USCITI DI BUON MATTINA IL PRIMO GENNAIO PER RECARSI A MESSA.
UN GRUPPO DI FURFANTI , BUSSANDO AL PORTONE DELLA PALAZZINA , RIESCONO AD INTRUFOLARSI ALL'INTERNO , LEGANDO E IMBAVAGLIANDO IL PORTINAIO , GIUSEPPE PROTA DI 55 ANNI.
L'UOMO NON RIUSCENDO A RESISTERE ALLA SOFFERENZA ,MUORE ASFISSIATO ,  LA MOGLIE  NON RIUSCE A PORTARGLI AIUTO TEMENDO DI ESSERE SCOPERTA.
I LADRI FUGGONO CON UN INGENTE BOTTINO NELLA CASSAFORTE , VALUTATO IN CIRCA UNDICIMILA LIRE TRA BANCONOTE E PREZIOSI, DI LORO NON SI HANNO NOTIZIE NELLE CRONACHE SUCCESSIVE..